Rifiuti: Caldoro, su compostaggio a Salerno c’è metodo casalese

stefano_caldoro.jpg_415368877

“Le contestazioni fatte dall’Anac, sulle ipotesi penali- in merito all’impianto di compostaggio di Salerno – se si leggono con attenzione dimostrano, di fatto, che il sistema di illecito conferimento dei rifiuti segue le stesse metodologie che hanno usato i casalesi nella gestione dei rifiuti a Caserta “.

Così Stefano Caldoro a Vietri, in occasione della presentazione del libro ‘Il Sistema Salerno’ di Andrea Pellegrino e Marta Naddei. Il capo della opposizione di centrodestra in Consiglio regionale rilancia, oggi con i giornali, su un tema “che non interessa solo Salerno ma l’intera Regione”.

Dice Caldoro in riferimento ai passaggi della lettera di Cantone sull’impianto di compostaggio di Salerno che fa riferimento al ‘superamento dei quantitativi massimi di rifiuti autorizzati in stoccaggio, superamento dei quantitativi massimi trattabili dall’impianto, inottemperanza dei requisiti per il deposito temporaneo dei rifiuti, attribuzione di codice CER errato al digestato”.

“Insomma – ha aggiunto Caldoro in riferimento alle osservazioni Anac – qualcosa di molto vicino al traffico illecito dei rifiuti”.

 

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>